ESEN
Questo è l'educazione. Un'educazione che ci apre all'ignoto, che ci porta in quel luogo dove le acque non sono ancora state divise, da dove sognare nuovi percorsi.
Papa Francesco

A seguito dell’invito di Sua Santità, il Papa Francesco, a promuovere un'educazione che ritorni alle origini della vita, un'educazione che ci apra all'ignoto, che ci insegni dallo stupore e che ci predisponga verso l’altro per sognare nuove strade, oggi tre famiglie di tutto il mondo si incontrano - la Fondazione Scholas Occurrentes, Think Equal e la Fondazione Milan - per lanciare l'iniziativa "Pelota de trapo: Educare per la vita", un'iniziativa che invita artisti, atleti, pensatori, governi, istituzioni, uomini d'affari, accademici e società civile a far parte di questa creazione, a pensare l’impensabile: una nuova cultura, un'educazione per la vita.

Pelota de trapo propone un'educazione sensibile, nei valori e nella qualità, che vede protagonisti i bambini e i giovani.

Attraverso l'arte, il gioco e il pensiero, le tre lingue che costituiscono un modo umano di relazionarsi con la realtà, i bambini e i giovani sono invitati ad abitare il mondo ed interagire tra loro in modo diverso: sensibile, creativo, di ascolto, di ricerca completa e gratuita.

Pelota de trapo, emerso nel viaggio di Sua Santità il Papa Francesco in Africa, dove ha partecipato a un incontro educativo in Mozambico con i giovani della Fondazione Occurrentes Scholas. Questo incontro era una celebrazione: poesia, danza, canzoni e regali. "Ma c'è una cosa che mi ha toccato molto il cuore", ha poi condiviso il Papa: una piccola palla di stracci. "Ho giocato con una palla di stracci"… Francesco ci racconta così la storia della sua stessa origine e ci invita a riunirci in tutto il mondo per ricrearla.

educare sull'origine

Si tratta di denudare poco a poco gli stessi temi, riducendo le tre o quattro domande della vita alle loro origini. Insegnare dallo stupore che ci apre verso l’altro Perché da lì, solo da quell'origine, si iniziano a intravedere altri percorsi.

ascolta,
crea e festeggia

Se ascoltare è la vita che chiama, creare è la risposta. È il tentativo di catturare l'irraggiungibile ed esprimerlo; dare ordine al caos, dare direzione alla deriva, dare voce al silenzio. Forse per questo, per sempre, creare è l'esperienza di essere vivi. Celebrare, infine, è il modo umano di ringraziare la sua esistenza.

il gioco, l'arte e il pensiero

Queste tre lingue costituiscono un modo umano di relazionarsi con la realtà. Facciamo parte del gioco, giochiamo con tutto e iniziamo a crearlo, raccoglierlo e nominarlo. Pensare l'impensabile. Il gioco, l'arte e il pensiero implicano la fragilità di affacciarsi sul mistero e avere la creatività di simboleggiarlo.

educare sull'origine

Si tratta di denudare poco a poco gli stessi temi, riducendo le tre o quattro domande della vita alle loro origini. Insegnare dallo stupore che ci apre verso l’altro Perché da lì, solo da quell'origine, si iniziano a intravedere altri percorsi.

ascolta,
crea e festeggia

Se ascoltare è la vita che chiama, creare è la risposta. È il tentativo di catturare l'irraggiungibile ed esprimerlo; dare ordine al caos, dare direzione alla deriva, dare voce al silenzio. Forse per questo, per sempre, creare è l'esperienza di essere vivi. Celebrare, infine, è il modo umano di ringraziare la sua esistenza.

il gioco, l'arte e il pensiero

Queste tre lingue costituiscono un modo umano di relazionarsi con la realtà. Facciamo parte del gioco, giochiamo con tutto e iniziamo a crearlo, raccoglierlo e nominarlo. Pensare l'impensabile. Il gioco, l'arte e il pensiero implicano la fragilità di affacciarsi sul mistero e avere la creatività di simboleggiarlo.

educare sull'origine

Si tratta di denudare poco a poco gli stessi temi, riducendo le tre o quattro domande della vita alle loro origini. Insegnare dallo stupore che ci apre verso l’altro Perché da lì, solo da quell'origine, si iniziano a intravedere altri percorsi.

ascolta,
crea e festeggia

Se ascoltare è la vita che chiama, creare è la risposta. È il tentativo di catturare l'irraggiungibile ed esprimerlo; dare ordine al caos, dare direzione alla deriva, dare voce al silenzio. Forse per questo, per sempre, creare è l'esperienza di essere vivi. Celebrare, infine, è il modo umano di ringraziare la sua esistenza.

il gioco, l'arte e il pensiero

Queste tre lingue costituiscono un modo umano di relazionarsi con la realtà. Facciamo parte del gioco, giochiamo con tutto e iniziamo a crearlo, raccoglierlo e nominarlo. Pensare l'impensabile. Il gioco, l'arte e il pensiero implicano la fragilità di affacciarsi sul mistero e avere la creatività di simboleggiarlo.

educare sull'origine

Si tratta di denudare poco a poco gli stessi temi, riducendo le tre o quattro domande della vita alle loro origini. Insegnare dallo stupore che ci apre verso l’altro Perché da lì, solo da quell'origine, si iniziano a intravedere altri percorsi.

ascolta,
crea e festeggia

Se ascoltare è la vita che chiama, creare è la risposta. È il tentativo di catturare l'irraggiungibile ed esprimerlo; dare ordine al caos, dare direzione alla deriva, dare voce al silenzio. Forse per questo, per sempre, creare è l'esperienza di essere vivi. Celebrare, infine, è il modo umano di ringraziare la sua esistenza.

il gioco, l'arte e il pensiero

Queste tre lingue costituiscono un modo umano di relazionarsi con la realtà. Facciamo parte del gioco, giochiamo con tutto e iniziamo a crearlo, raccoglierlo e nominarlo. Pensare l'impensabile. Il gioco, l'arte e il pensiero implicano la fragilità di affacciarsi sul mistero e avere la creatività di simboleggiarlo.

educare sull'origine

Si tratta di denudare poco a poco gli stessi temi, riducendo le tre o quattro domande della vita alle loro origini. Insegnare dallo stupore che ci apre verso l’altro Perché da lì, solo da quell'origine, si iniziano a intravedere altri percorsi.

ascolta,
crea e festeggia

Se ascoltare è la vita che chiama, creare è la risposta. È il tentativo di catturare l'irraggiungibile ed esprimerlo; dare ordine al caos, dare direzione alla deriva, dare voce al silenzio. Forse per questo, per sempre, creare è l'esperienza di essere vivi. Celebrare, infine, è il modo umano di ringraziare la sua esistenza.

il gioco, l'arte e il pensiero

Queste tre lingue costituiscono un modo umano di relazionarsi con la realtà. Facciamo parte del gioco, giochiamo con tutto e iniziamo a crearlo, raccoglierlo e nominarlo. Pensare l'impensabile. Il gioco, l'arte e il pensiero implicano la fragilità di affacciarsi sul mistero e avere la creatività di simboleggiarlo.

FANNE PARTE
FANNE PARTE
Scholas
Scholas Occurrentes è un'organizzazione internazionale di diritto pontificio presente in 190 paesi nei cinque continenti. Attraverso la sua rete riunisce mezzo milione di scuole e reti educative. La sua missione è raggiungere l'integrazione di tutti gli studenti nel mondo attraverso proposte tecnologiche, sportive e artistiche che promuovano l'educazione e la cultura dell'incontro.
Fundación Milán
La Fondazione Milan è un ente di beneficenza pubblico legato all’area di Responsabilità d'Impresa e Sostenibilità del Gruppo Milan. La fondazione è stata creata nel 2003 con l’obiettivo di fare qualcosa di buono per la comunità ed esprimere solidarietà a coloro che hanno difficoltà. Da allora, la Fondazione Milan ha sostenuto molte situazioni di necessità, sia in Italia che all'estero.
Think Equal
La missione di Think Equal è generare un cambiamento nel sistema educativo per porre fine alla mentalità discriminatoria e al ciclo di violenza in tutto il mondo. Think Equal invita i governi e i ministri dell'istruzione ad adottare il suo programma tangibile e gratuito che unisce tutti gli aspetti dell'apprendimento emotivo e sociale basato su valori per i bambini dai 3 ai 6 anni.
Educare per la vita Educare per la vita Educare per la vita
Pelota de trapo

La palla di stracci è l'incontro di memoria e desiderio. Il presente coniugato in passato e futuro. Dimostrazione.

Sono i vecchi stracci rotti, usati, ognuno con la sua forma, i suoi colori, le sue storie; ma anche le reti, le vecchie reti di una pesca sempre più vana, sognante, sempre più sola e persa nelle acque del deserto.

È anche l'incontro di un popolo, di un gruppo umano che dedica il suo tempo alla gratuità, elaborando con le propie mani la possibilità del gioco, la salvezza del giorno, poiché una vita non si alimenta solo con il pane. Ricerca, cura e tessitura di stracci, reti, corpi. Creare un altro modo di abitare il tempo, un altro modo di incontrare il mondo e incontrarsi l'uno con l'altro.

La palla di stracci è l'incontro della vita con il mondo. Possibilità di recuperare l'origine, creare un'altra storia.

Por favor complete todos los campos.